Cosa vedere a Fiume: Castello Trsat

Notoriamente considerata una città di transito, Fiume (Rijeka, in croato) sposa la determinazione industriale con la gioa di vivere mediterranea. È la sola vera metropoli dell’Adriatico settentrionale e possiede un centro ricco di raffinati palazzi in stile austro-ungarico.

Le attrazioni non mancano e chi decide di fermarsi qualche giorno, non tarda a scoprirlo! Per farti un’idea di cosa vedere a Fiume senza lasciarti sfuggire le mete principali, seguici e prendi nota: faremo per te qualcosa di molto meglio che una Top five.

Non dimenticare che puoi visitare Fiume anche con un tour organizzato dalle guide di Tourradar, GetYourGuide e Viator. Cerca i loro siti su internet o clicca sui seguenti link in modo tale da poterti subito collegare alla pagina web:

Castello di Trsat

Sulla sommità di una collina che domina la città, sorge il Castello di Trsat ricoperto d’edera. Anche se una parte della fortezza risale all’epoca romana, assunse la forma attuale nel XIII sec., quando divenne una roccaforte dei duchi Frankopani di Krk; nel 1824 fu acquistata dal conte irlandese Laval Nugent, comandante dell’esercito austriaco, che la restaurò in stile Biedermeier neoclassico.

Il mausoleo della famiglia Nugent contiene una galleria d’arte, mentre l’ex segreta occasionalmente viene adibita a spazio espositivo. Nel periodo estivo si tengono spettacoli teatrali, balletti e concerti; il bar con dehors è un posto fantastico da cui ammirare il panorama sulla valle del fiume Rjecina, sul porto, sull’Adriatico e sull’Isola di Krk in lontananza.

Ingresso libero nei seguenti orari:

  • da aprile a giugno e nei mesi di settembre e ottobre 9.00-17.00;
  • luglio e agosto, da lunedì a giovedì 9.00-23.00, da venerdì alla domenica 9.00-2.00;
  • da novembre a marzo 9.00-16.00.

Chiesa di Nostra Signora di Trsat

Oltre che per il maniero, Trsat è famosa per la chiesa meta di pellegrinaggi: la Chiesa di Nostra Signora. Secondo la leggenda, gli angeli che alla fine del XIII sec. trasportarono la casa della Vergine Maria da Nazaret a Loreto si riposarono qui prima di attraversare l’Adriatico.

Da ammirare l’icona della Madonna posta sull’altare maggiore, dietro una splendida cancellata in ferro battuto, donata da Papa Urbano V nel 1367, le offerte votive onnipresenti nel chiostro barocco e la bella collezione di arte sacra nel Tesoro, dove viene proiettato un filmato di 15 minuti sulla chiesa.

Per ripercorrere le orme dei pellegrini, sali la Trsatske Stube, una scalinata con 538 gradini che inizia sul lato nord della Trg Titov. Fu costruita nel 1531 su ordine del comandante degli uscocchi Petar Kruzic; talvolta i fedeli più devoti fanno gli scalini sulle ginocchia. In alternativa prendi l’autobus urbano n. 1 o n. 1a che portano a Trsat con una breve corsa. Orari: 8.00-17.00.

Cattedrale di San Vito

Insolita cattedrale a pianta rotonda, la Chiesa di San Vito fu costruita per l’ordine gesuita nel 1638 sul sito di una più antica, dedicata al santo patrono di Fiume. Se ti sembra familiare, probabilmente è perché compare sul retro della banconota da 100 Kn.

Massicce colonne di marmo sorreggono la cupola centrale, sotto la quale si possono ammirare altari barocchi e un crocifisso gotico del XIII secolo.

Si racconta che nel 1296 un giocatore d’azzardo, avendo perso a carte fuori dall’edificio, vi entrò furente e scagliò pietre contro il crocefisso, che iniziò a sanguinare. Poi il pavimento si aprì sotto i piedi dell’uomo inghiottendolo tutto, tranne una mano. I credenti sostengono che una di quelle pietre sia ancora incastrata nel fianco del Cristo di legno.

È visitabile dalle 6.00 alle 17.00 nei giorni feriali, fino alle 12.00 il sabato e dalle 9.00 alle 13.00 la domenica.

Museo Storico e Navale

Le straordinarie ed enormi stanze del Palazzo dei Governatori, splendido esempio di architettura austriaca, fanno da cornice al Museo Storico e Navale. La collezione comprende anfore romane, modellini di navi, carte nautiche, strumenti di navigazione e ritratti di capitani.

Il reperto di maggior valore è un giubbotto di salvataggio originale proveniente dal Titanic, recuperato per i posteri da un marinaio del Carpathia, il transatlantico di base a Fiume che salvò molti naufraghi del bastimento britannico.

Ticket intero 20 Kn; ridotto 15 Kn. Orari: 9.00-16.00 lunedì; 9.00-20.00 dal martedì al sabato; 16.00-20.00 domenica.

Museo Civico di Fiume

All’interno del complesso del Palazzo dei Governatori, una moderna struttura in cemento, ospita mostre temporanee organizzate dal Museo Civico, a tema sempre diverso, che spaziano dall’arte figurativa ad aspetti della storia locale.

Aperto dal lunedì al sabato, dalle 10.00 alle 20.00 e la domenica dalle 10.00 alle 15.00, ha un costo d’ingresso di 20 Kn, che scendono a 15 per i bambini.

Museo di Storia Naturale

Dietro il Museo Storico e Navale, in direzione nord-est, una grandiosa villa del XIX sec. ospita il Museo di Storia Naturale. La mostra è dedicata alla geologia, alla botanica e alla vita marina nell’Adriatico; c’è anche un piccolo acquario sotterraneo suggestivo e rasserenante.

Da non perdere poi l’adiacente giardino botanico, con più di 2000 specie di piante erbacee e arbusti endemici.

Gli orari sono: 9.00-19.00 da lunedì a sabaro e 9.00-15.00 la domenica; il biglietto costa 10 Kn, ma i bambini pagano la metà.

Museo d’Arte Moderna e Contemporanea

Situato negli ambienti dell’edificio H di Bencic, un fascinoso gruppo di ex edifici industriali di fronte alla stazione ferroviaria, il Museo di Arte Moderna e Contemporanea vanta una ricca collezione di artisti croati, le cui opere vengono esposte a rotazione secondo un programma che spazia dalla street photography alle sculture e ai disegni contemporanei. Nell’arco dell’anno sono frequenti anche esibizioni temporanee di artisti internazionali.

Ticket: 20 Kn; orari: 11.00-20.00, dal martedì alla domenica.

Che te ne pare della nostra guida su cosa vedere a Fiume? Faccelo sapere nei commenti e condividi l’articolo se ti è piaciuto.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *