Cosa vedere a Pola: Anfiteatro

Le cose da vedere a Pola, per lo più lasciti del passato romano della città, la rendono una delle destinazioni più interessanti della Croazia.

Il centro storico segue la classica planimetria a scacchiera, con una serie di vie che alla loro intersezione formano angoli retti e isolati quadrangolari. Le spiagge più belle si trovano a sud, nella Penisola di Verudela.

Ricordati che Pola si può visitare anche con un tour organizzato dalle guide di Tourradar, GetYourGuide e Viator. Cerca i loro siti su internet o clicca sui seguenti link in modo tale da poterti subito collegare alla pagina web:

Anfiteatro

L’attrattiva principale è l’Anfiteatro Romano del I sec., appena a nord della Città Vecchia. La sua silhouette domina il porto con file di enormi archi grigi in pietra calcarea. Con una lunghezza di 133 m, una larghezza di 105 m e un’altezza di 32 m, l’anfiteatro di Pola è il sesto per dimensioni al mondo. Progettato per ospitare fino a 20.000 spettatori, intrattiene ancora la popolazione locale ospitando concerti e festival.

Sebbene sia possibile goderne passeggiando semplicemente al suo esterno, il biglietto di 50 Kn consente di visitare l’arena e le camere sotterranee. Un tempo usate per ospitare bestie feroci e gladiatori, oggi custodiscono anfore e attrezzature utilizzate nella produzione dell’olio d’oliva.

È possibile visitarlo durante tutto l’anno, nelle seguenti fasce orarie:

  • aprile 8.00-20.00
  • maggio, giugno e settembre 8.00-21.00
  • luglio e agosto 8.00-24.00
  • ottobre 9.00-19.00

Arco di Trionfo dei Sergi

Noto anche come Zlatna vrata (Porta d’oro), l’Arco di Trionfo dei Sergi è un monumento autocelebrativo eretto intorno al 27 a.C. da Salvia Postuma Sergia. Il lato ovest dell’arco è il più interessante, con rilievi di vittorie alate che incorniciano un’iscrizione esaltante le virtù dei Sergi, ed in particolare del marito di Salvia che comandò una legione nella battaglia di Azio.

Conduce alla Via Sergia che si dirige nel cuore storico di Pola, intorno a una collina piramidale.

Mosaico romano

Una delle cose più interessanti da vedere Pola è il mosaico romano risalente al III sec., nascosto in un edificio a pochi passi dalla Via Sergia. Straordinariamente ben conservato, è per la maggior parte composto da motivi geometrici che circondano un pannello centrale dov’è raffigurato un episodio della mitologia greca: la punizione di Dirce che viene legata alle corna di un toro.

È stato riportato alla luce dopo i bombardamenti degli alleati durante la Seconda Guerra Mondiale.

Monastero francescano

Tra le scalinate che salgono da Via Sergia verso la collina centrale della città, una passa accanto al monastero francescano di Pola.

Costruito nel 1285, custodisce una pala d’altare dorata del XV sec., visibile dietro l’altare della grande chiesa, e un mosaico romano rappresentante un ippocampo e una svastica; quest’ultimo è incastonato nel pavimento di una camera gotica a cui si accede attraverso il chiostro.

Aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00, ha un costo d’ingresso di 9 Kn; i bambini entrano gratis.

Tempio di Augusto

La Via Sergia termina nell’antico foro, oggi la piazza principale del quartiere antico, pedonalizzata.

All’angolo nordoccidentale, si trova il Tempio di Augusto, edificato tra il 2 a.C. e il 14 d.C. per celebrare il culto dell’imperatore. Si tratta di uno dei templi romani più belli fuori dall’Italia, con un alto portico sostenuto da sei colonne corinzie.

Ospita una piccola mostra archeologica. I reperti più interessanti comprendono il busto scolpito di un centurione trovato nell’anfiteatro e il disegno di uno schiavo inginocchiato ai piedi del suo padrone, del quale sono rimasti solo i sandali.

Un tempo erano due i templi posti di fronte al foro romano, ma tutto ciò che sopravvive del tempio gemello, il Tempio di Diana, è oggi incorporato nel muro posteriore dell’attiguo municipio duecentesco.

Ticket:

  • 10 Kn adulti
  • 5 Kn bambini

Orari (tutti i giorni):

  • maggio, giugno e settembre 9.00-21.00
  • luglio e agosto 9.00-23.00
  • aprile e ottobre 9.00-19.00

Chiuso da novembre a marzo.

Cattedrale di Santa Maria

La Cattedrale di Santa Maria del IV sec. si contraddistingue per un insieme di stili: la facciata rinascimentale cela vestigia romaniche di una basilica del VI sec, a sua volta eretta sui resti di un tempio romano.

All’interno, gli imponenti pilastri che delimitano la navata, sono sormontati da capitelli cinquecenteschi finemente lavorati, e davanti all’altare maggiore, un sarcofago romano in marmo del III sec., sono ancora visibili frammenti di mosaici pavimentali del V e VI secolo.

Nel 1707 le pietre dell’anfiteatro vennero utilizzate per costruire il campanile. Gli orari, benché variabili, sono i seguenti: 7.00-12.00 e 16.00-18.00.

Museo Storico e Navale dell’Istria

Collocato nella fortezza veneziana a forma di stella della Città Vecchia di Pola, il Museo Storico e Navale dell’Istria custodisce una collezione piuttosto eterogena: cimeli marittimi, modellini di navi e storia delle farmacie, oltre a svariate mostre temporanee di carattere storico.

Ma ad essere davvero superba è la cornice, grazie ai magnifici panorami che si godono dai bastioni della fortezza del 1630.

Nell’impianto di pompaggio delle acque è stata allestita un’esposizione audiovisiva dedicata a Herman Potocnik Noordung, un noto ingegnere di Pola, mentre dietro la parte posteriore del castello si trovano le rovine di un piccolo teatro romano.

Il biglietto intero si paga 20 Kn, che scendono a 5 per i bambini. Da aprile a settembre gli orari sono 8.00-21.00, da ottobre a marzo 9.00-17.00.

Zerostrasse

Zerostrasse era l’arteria principale di un sistema di tunnel scavato sotto le colline di Pola negli anni della Prima Guerra Mondiale, che fungeva da rifugio per la popolazione e da deposito di munizioni.

Nonostante lo scarso corredo informativo, è davvero suggestivo percorrerne a piedi le diverse sezioni; interessante anche la mostra fotografica dedicata agli albori dell’aviazione della città ivi presente.

Dei tre ingressi, quello più facile da trovare è vicino al parcheggio dei taxi di Giardini. Costo d’ingresso: 15/5 Kn, rispettivamente interi e bambini; gli orari sono: 10.00-20.00 giugno e settembre, 10.00-22.00 luglio e agosto.

Museo d’Arte Contemporanea dell’Istria

Gli ampi spazi di una ex stamperia del 1862 costituiscono uno sfondo ideale per il Museo d’Arte Contemporanea dell’Istria. Non è ancora un vero e proprio museo, né ha una collezione permanente in esposizione, ma ospita spesso eccellenti mostre di artisti croati e stranieri.

L’entrata è free per i bambini, mentre gli adulti devono sborsare 10 Kn. È aperto da giugno a agosto nella fascia oraria 10.00-22.00; da ottobre a maggio la chiusura è anticipata alle 19.00.

Giganti luminosi

Giunti alla sera, la principale cosa da vedere a Pola, è la straordinaria installazione del light designer Dean Skira, che ha adornato le imponenti torri metalliche del cantiere navale di Uljanik con fasci di luci multicolori.

Le gru, dette i Giganti luminosi, vengono illuminate da 16.000 schemi di colori diversi allo scoccare di ogni ora per 15 minuti. Nelle occasioni speciali poi un accompagnamento musicale crea uno spettacolo unico di son et lumière industriale.

Che te ne pare della nostra guida su cosa vedere a Pola? Faccelo sapere nei commenti e condividi l’articolo se ti è piaciuto.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *