Opatija e vacanze benessere: cosa fare, cosa vedere e dove dormire

Opatija: Lungomare

L’elegante Opatija, la cui popolarità ottocentesca ne fece la Costa Azzurra dell’Impero austro-ungarico, è frequentata ancora oggi da numerosi turisti, spesso in età matura, attirati dai sontuosi alberghi termali, dalla posizione spettacolare e dal clima mite in ogni mese dell’anno.

Da qualche anno in Croazia si sta diffondendo la cultura delle vacanze wellness, soggiorni effettuati all’interno di un centro benessere che abbinano alla villeggiatura tradizionale una serie di proposte di trattamenti per il relax e la cura del corpo. Sebbene queste strutture siano ormai diffuse in tutto il Paese, la culla di questo tipo di turismo è proprio Opatija: i trattamenti proposti vanno dall’aromaterapia ai massaggi, fino a veri e propri weekend di bellezza, magari da condividere con il partner.

Inoltre per venire incontro alle esigenze dei visitatori sono spuntati alcuni eccellenti ristoranti, molti dei quali concentrati nella graziosa località di Volosko. Tra questi segnaliamo Plavi Podrum, rinomato per il pesce sapientemente preparato e la lista dei vini egregiamente composta.

Cosa vedere

Opatija (13 km a ovest di Fiume) si estende lungo la costa, tra una serie di colline boscose e le acque scintillanti dell’Adriatico. Al centro si trova la spiaggia di Slatina, una stazione balneare di cemento circondata da caffè e bancarelle di souvenir. La via principale, Marsala Tita, corre lungo alcuni grandiosi esempi di architettura in stile belle époque, anche se il lungomare di Setaliste Franje Josipa vanta scorci migliori.

Lungomare

Setaliste Franje Josipa è una delle passeggiate più panoramiche dell’Adriatico, con vasti giardini e ville esclusive in cui sbirciare. Costeggia la riva rocciosa fino al vecchio villaggio di pescatori di Volosko e alla tranquilla località di Lovran. Attraversa diverse calette e spiagge che consentono di stendere l’asciugamano e fare un tuffo in mare.

Museo Croato del Turismo

Distribuito in tre edifici storici, il Museo Croato del Turismo ospita una collezione permanente di vecchie fotografie, cartoline, brochure e manifesti che ripercorrono la storia del turismo in Croazia e organizza regolarmente mostre temporanee ben allestite dedicate ai viaggi.

Leggermente arretrati rispetto al lungomare, si trovano i cespugli esotici e le palme del Parco Angiolina, dove la Villa Angiolina di color giallo chiaro domina le aiuole curate. Edificata da Iginio Scarpa nel 1844 con la funzione di residenza estiva e sede di feste altolocate, possiede uno sfarzoso interno con affreschi trompe l’oeil, capitelli corinzi, specchi dorati e pavimenti geometrici a mosaico.

La vicina Casa Svizzera era una dépendance della villa, utilizzata in parte come dispensa, mentre il Padiglione Artistico Juraj Sporer, più a ovest, nasce come pasticceria.

È visitabile da martedì a domenica, nelle seguenti fasce orarie:

  • 10.00-13.00 e 17.00-21.00 a luglio e agosto;
  • 10.00-18.00 ad aprile, maggio, giugno, settembre, ottobre e dicembre;
  • 10.00-17.00 a novembre, gennaio, febbraio e marzo.

15 e 7 Kn il prezzo del biglietto per adulti e bambini.

Spiagge

Non aspettarti grandi spiagge perché non ce ne sono, ma diverse insenature riparate, perfette per fare il bagno quelle sì, non mancano.

Tralasciando Slatina, un lido ricoperto di cemento di fronte alla stazione degli autobus, a 5 min di cammino verso nord-est troverai il Lido, un’altra struttura di cemento indirizzata a un pubblico benestante, con sdraio di design a noleggio e un cocktail bar stravagante.

Proseguendo 500 m verso nord, vicino all’Hotel Ambassador, è Tomasevac, la spiaggia preferita delle giovani famiglie, con sabbia fine di ciottoli, un’area dove l’acqua è poco profonda e un piccolo parco giochi alle spalle.

Altrimenti puoi scendere a sud lungo la costa per 3 km fino a Icici e goderti una spiaggia ghiaiosa frequentata da gente di ogni età e dotata di campi da pallavolo.

Dove dormire

Pernottare a Opatija può essere costoso se non si sta attenti ed anche camere private, monolocali e appartamenti possono costare un occhio della testa. I siti web booking.com, it.hotels.com e vrbo.com/it sono fonti affidabili per la ricerca di un alloggio. Ti consigliamo:

  • Hotel Miramar, un albergo favoloso con camere spaziose distribuite in cinque edifici color pastello inseriti in un incantevole giardino. Ci sono una spiaggetta rocciosa, piscine all’aperto e al coperto, e una spa. Camere a partire da 1800 Kn; cercalo su Booking o clicca sul link seguente in modo tale da poterti subito collegare alla pagina web: https://www.booking.com/hotel/hr/miramar-opatija.it.html;
  • Villa Ariston, un piccolo hotel in una posizione splendida accanto a una caletta rocciosa. Qui hanno soggiornato numerose celebrità, tra cui Coco Chanel e i Kennedy. La maggior parte delle doppie è mansardata e hanno tetti spioventi, oltre ad annessi bagni, TV, a/c e minibar. Prezzi compresi tra 1500 e 2000 Kn; cercalo su Booking o clicca sul link seguente in modo tale da poterti subito collegare alla pagina web: https://www.booking.com/hotel/hr/villa-ariston-opatija.it.html.

Che impressione hai avuto di Opatija? Faccelo sapere nei commenti e condividi l’articolo se ti è piaciuto.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *