Cosa vedere a Hvar Città: attrazioni, chiese, musei e castelli medievali

Cosa vedere a Hvar: Trg Sv Stjepana

Hvar città, la capitale dell’isola, è una delle località storiche meglio conservate dell’Adriatico. Il centro è chiuso al traffico e ciò contribuisce a conservare la pace e il carattere delle sue viuzze medievali.

L’eccezionale patrimonio culturale e la bellezza della natura ne fanno una destinazione adatta sia per famiglie con bambini, che per i giovani. È anche la destinazione della Croazia più simile alla Costa Azzurra e ritrovo estivo delle celebrità; non è raro infatti imbattersi nei paparazzi che gironzolano sulla Riva per vedere chi scende a terra e da quale yacht.

Qui ti consigliamo le cose da vedere assolutamente a Hvar durante l’esplorazione delle sinuose vie della Città Vecchia. Se preferisci un tour organizzato dalle guide di Musement, GetYourGuide e Viator, cerca i loro siti su internet o clicca sui seguenti link in modo tale da poterti subito collegare alla pagina web:

Cosa vedere a Hvar Città in Trg Sv Stjepana

Al centro di Hvar Città si trova Trg Svetog Stjepana, una piazza rettangolare di 4.500 mq che dal porticciolo si estende fino alla cattedrale. Creata interrando una piccola e stretta insenatura, è una delle più grandi tra le antiche piazze della Dalmazia.

Ammira il vecchio pozzo nascosto tra gli ombrelloni del ristorante più vicino alla cattedrale: fu realizzato nel 1520, mentre la griglia in ferro battuto è del 1780.

Cattedrale di Santo Stefano

L’estremità est della piazza è dominata dalla Cattedrale di Santo Stefano, chiesa barocca costruita tra il XVI e il XVII sec. sui resti di una precedente distrutta dai turchi. Di quest’ultima sono i bassorilievi in pietra raffiguranti immagini di santi sul retro della navata ed elementi presenti negli stalli scolpiti del coro risalenti al XV secolo.

L’aspetto più caratteristico dell’edificio è rappresentato dal campanile slanciato di quattro piani, con una finestra monofora in più a ogni livello che conferisce alla parte alta della struttura una inusuale pesantezza.

Le due cose da vedere all’interno della Cattedrale di Hvar sono:

  1. una serena Madonna con bambino, di ispirazione bizantina, dipinta intorno al 1220 (sul quarto altare a destra);
  2. la commovente Pietà del XV sec. dell’artista spagnolo Juan Boschetus, nella navata opposta, a sud.

L’orario di visita è variabile, anche se il mattino rimane il momento più indicato.

Museo vescovile

Il museo adiacente alla cattedrale conserva il tesoro episcopale, una bella collezione di vasi in argento, paramenti liturgici ricamati e reliquiari. Di particolare interesse un pastorale del XVI sec. in legno lavorato a forma di serpente e un prezioso calice d’oro del XV sec., offerto in dono dall’ultimo re di Bosnia.

Ticket: 20 Kn; orari: tutti i giorni, 9.00-12.00 e 17.00-19.00 da giugno ad agosto. Fa invece 10.00-12.00 per la parte restante dell’anno.

Arsenale

Descritto negli archivi della Repubblica di Venezia come “l’edificio più bello e utile di tutta la Dalmazia”, l’Arsenale occupa l’angolo sud-ovest di Trg Sv Stjepana. Risalente al XVII sec., è decorato da una loggia e contraddistinto da un grande spiazzo ad archi che fungeva da bacino di carenaggio per i galeoni da guerra.

L’accesso avviene dalla scala laterale che porta alla terrazza, punto ideale da cui godersi la bella vista sull’incantevole porto di Hvar.

Il piano superiore dell’arsenale fu convertito in teatro nel 1612; primo in Europa ad ammettere tra gli spettatori non soltanto i nobili ma anche la gente del popolo, è impreziosito con affreschi e loggette barocche. La piccola pinacoteca che ne fa da atrio, espone una collezione di opere croate del XX secolo.

Nel 2016, sotto il pavimento dell’arsenale sono stati scoperti i resti di un edificio romano del I secolo.

Il biglietto d’ingresso a teatro e pinacoteca costa 20 Kn; è aperto tutti i giorni 9.00-13.00 e 17.00-23.00 in estate, e 11.00-12.00 in inverno.

Convento benedettino

Fondato nel 1664 dalla nuora di Hanibal Lucic, poeta e drammaturgo di Hvar, il Convento Benedettino ospita una piccola mostra di dipinti devozionali e merletti fatti a mano dalle suore con le fibre derivate dalle foglie di agave essiccate.

Nel corso dei secoli le religiose hanno affinato quest’arte tanto da ottenere il riconoscimento ufficiale da parte dell’UNESCO, che l’ha dichiarata Patrimonio Culturale Intangibile dell’Umanità.

La struttura si trova nel Groda, un reticolo di suggestivi vicoletti alle pendici collinari a nord di Trg Sv Stjepana, ed è visitabile da lunedì al sabato 10.00-12.00 e 17.00-19.00. Per entrare si paga 20 Kn.

Fortica

Il sentiero che da Groda si inerpica su per un pendio alberato, conduce a Fortica, il castello medievale che domina la città dall’alto: il panorama su Hvar e sulle Isole Pakleni è superlativo e merita la fatica della salita. Fu eretto dai veneziani sulle rovine di un antico insediamento illirico.

In una delle sale è allestita una mostra di archeologia marina, con anfore incrostate di sedimenti e altri recipienti greco-romani.

Ticket:

  • 40 Kn adulti
  • 20 Kn bambini

Orari (tutti i giorni):

  • aprile e maggio 9.00-16.00;
  • giugno, luglio, agosto e settembre 8.00-23.00.

Monastero francescano

Su un promontorio a sud-est del molo dei traghetti di Hvar Città sorge il Monastero francescano del XV secolo. Dal chiostro rinascimentale si accede a un refettorio in cui è esposta una raccolta di dipinti, tra cui l’Ultima Cena del pittore ravennate Matteo Ingoli.

Nella stanza limitrofa, oltre ad opere devozionali minori, sono i ritrovamenti archeologici provenienti da un relitto vicino a Palmizana.

Accanto al monastero si trova la Chiesa di Nostra Signora della Misericordia, con stalli lignei del coro intagliati e una singolare parete divisoria decorata con sei vivaci scene della Passione. Il pavimento è lastricato di lapidi, mentre nella cappellina laterale è un Cristo sulla croce di Leandro Bassano.

L’ingresso costa 30 Kn, gli orari sono: 9.00-15.00 e 17.00-19.00, da lunedì a sabato nei mesi maggio, giugno, luglio, agosto, settembre e ottobre.

Che te ne pare della nostra guida su cosa vedere a Hvar? Faccelo sapere nei commenti e condividi l’articolo se ti è piaciuto.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *