Cosa fare e cosa vedere a Porec: attrazioni, spiagge ed escursioni

Cosa vedere a Porec: Basilica Eufrasiana

Porec è una piacevole città di mare, sole e caldo, così come una città di monumenti culturali. Il labirintico centro storico è raggruppato sulla punta della penisola e invaso da case di pietra, gelaterie e negozi di souvenir.

La Torre Rotonda, la Torre Pentagonale e la Torre Settentrionale, costruite nel XV sec. dai veneziani, segnano la posizione delle vecchie mura orientali della cittadina; Dekumanska, l’antico decumano romano, costeggia le cose più interessanti da vedere a Porec.

Basilica Eufrasiana

Il simbolo di Porec è la Basilica Eufrasiana, situata nel centro della città, appena fuori Ljubljanska. Dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, il complesso religioso eretto dal vescovo Eufrasio verso il 535 sul sito di un oratorio del IV sec., comprende palazzo vescovile, atrio, battistero e campanile.

La chiesa vera e propria è una struttura piuttosto spoglia: tutto si concentra sull’abside e sul suo superbo ciborio della fine del XIII sec., dietro il quale sfavillanti mosaici bizantini raffigurano scene bibliche, arcangeli e martiri istriani.

Il gruppo principale presenta al centro la Vergine sul trono con il Bambino affiancata da San Mauro, un mondano dall’aspetto di Eufrasio e, accanto a lui, suo fratello. Sotto le piccole tessere colorate, l’altare è circondato da meravigliosi marmi intarsiati disposti in motivi geometrici.

Dall’alto del campanile, cui si accede attraverso il battistero ottagonale, si apre una splendida vista sulle tegole rosso mattone delle case della Città Vecchia; il Palazzo Vescovile ospita un’affascinante selezione di pale d’altare gotiche, statue barocche e frammenti di mosaici provenienti dall’antico oratorio.

Da novembre a marzo è possibile visitarla nelle fasce orarie:

  • 9.00-16.00 lun-ven
  • 9.00-14.00 sab

Nel resto dell’anno la chiusura è posticipata alle 18.00 ad aprile-giugno, settembre e ottobre, e alle 21.00 a luglio e agosto. Il ticket è di 40 Kn per gli adulti e di 20 Kn per i bambini.

Trg Marafor

Trg Marafor occupa il sito del Foro romano, dove un tempo si svolgevano le riunioni pubbliche; il selciato originale è stato conservato vicino alla fila di case che delimita il lato nord della piazza. Conserva ancora resti dei templi del I sec. di Marte e Nettuno.

Museo Regionale

Ospitato nel barocco Palazzo Sinicic, il Museo Regionale raccoglie alcune lapidi tombali romane, fra cui un rilievo che raffigura un patrizio ai piedi di un ulivo. Al piano superiore, le camere sono decorate con i ritratti della famiglia di Rinaldi Carli, l’ambasciatore veneziano a Costantinopoli alla fine del 1600, tutti vestiti in abiti ottomani.

Attualmente è chiuso per lavori di restauro.

Isola Sveti Nikola

Le spiagge nei pressi della Città Vecchia sono in genere affollate; conviene prendere una barca dal porto per l’Isola di Sveti Nikola, che si trova a meno di mezzo chilometro a sud della penisola. Ad aspettarti spiagge di ciottoli e in cemento, scogliere frangiflutti, pinete ombrose e una magnifica vista su Porec.

Da maggio a ottobre, piccoli battelli passeggeri effettuano la traversata. Ce n’è uno ogni 30 minuti; costo del viaggio: 25 Kn, che scendono a 15 Kn per il ridotto.

Sulla terraferma, spingendosi a sud oltre il porticciolo, sentieri ombreggiati da pini nodosi lambiscono il mare e conducono a diverse piccole baie e, infine, Zelena Laguna, con le sue aree di balneazione in cemento.

Qui ti sarà possibile praticare qualsiasi attività all’aperto tu voglia, dal tennis al basket, dalla pallavolo al windsurf, dal canottaggio al bungee jumping, dal paintball al golf, dallo sci d’acqua al parasailing; inoltre si possono noleggiare barche, canoe e go-kart.

Grotta di Baredine

Se riuscirai a trovare la forza di lasciare la spiaggia di Porec, potrai dedicare un paio d’ore a esplorare l’entroterra. Una delle escursioni più gettonate è quella alla Grotta di Baredine, 7 km a nord-est del centro, che ha sale sotterranee ricche di stalattiti e stalagmiti.

Per visitarla occorre prendere parte ad una visita guidata della durata di 40 minuti che attraversa cinque meravigliose cortine di calcare fino a una profondità di 60 m.

Durante il tour vedrai anche un paio di Proteus anguineus in cattività, una specie di salamandra che vive solo nelle grotte di Croazia e Slovenia e che ha l’aspetto di un verme bianco con le zampe.

Per informazioni più dettagliate vai sui siti di Musement, GetYourGuide e Viator. Cercali su internet o clicca sui seguenti link in modo tale da poterti subito collegare alla pagina web:

Che te ne pare della nostra guida su cosa vedere a Porec? Faccelo sapere nei commenti e condividi l’articolo se ti è piaciuto.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.